biorivitalizzazione-studio-medico-quasso

Biorivitalizzazione

In cosa consiste la biostimolazione profonda

La biorivitalizzazione viene effettuata con microiniezioni di sostanze in grado di rivitalizzare la pelle, di migliorarne la tonicità e l’idratazione profonda. Il risultato: un viso più disteso e più giovane.

Si tratta di una metodica di trattamento della cute del volto, del dorso delle mani e del decolté in grado di donare un immediato sostegno dermico e un’idratazione profonda che permangono a lungo nel tempo. Il trattamento inoltre rassoda, tonifica e restituisce all’epidermide un aspetto fresco, luminoso e sano: è il trattamento ideale per preparare la pelle al sole, ma anche per reidratare la pelle dopo l’estate.

Meccanismo di azione

La Bio-stimolazione è una delle nuove tendenze emergenti della Medicina Estetica, quale alternativa e complemento della chirurgia. Serve a recuperare e a mantenere la giovinezza della pelle attraverso la ricostruzione e la riorganizzazione della sua struttura. Il processo fisiologico di invecchiamento cutaneo è legato alla progressiva diminuzione di attività a livello del derma dei fibroblasti (cellule deputate alla produzione di collagene e di acido ialuronico che sono i costituenti elementari ed essenziali della matrice extracellulare; collagene e acido ialuronico richiamando l’acqua determinano il livello di turgore, di compattezza ed elasticità dei tessuti cutanei).

In questo tipo di trattamento vengono utilizzate molecole di acido ialuronico bio-interattive, identiche cioè a quelle già presenti nei tessuti. L’acido ialuronico gioca un ruolo importante nell’idratazione cutanea, donando alla pelle elasticità e tono. Esso costituisce la materia fondamentale in cui sono immerse le fibre di collagene e l’elastina. Una volta infiltrato a livello dermico, consente di ricreare un ambiente fisiologico ideale per stimolare la funzionalità cellulare,
prevenendo l’invecchiamento dei tessuti.

Modalità di trattamento

Il trattamento non richiede alcun tipo di anestesia ed è poco invasivo, ma deve essere sempre eseguito da un medico esperto che garantirà, con la sua professionalità, la qualità e la sicurezza della terapia.

Il trattamento non presenta alcun tipo di tossicità, infatti la CO2, l’anidride carbonica, è normalmente prodotta durante la respirazione e viene utilizzata negli interventi chirurgici eseguiti in laparoscopia.

Utilizzando apparecchiature certificate non esiste alcun rischio di embolia, infatti, anche se, accidentalmente, si iniettasse la CO2 direttamente in un vaso sanguigno: l’anidride carbonica sarebbe infatti eliminata a livello polmonare senza alcun rischio per il paziente.

L’impiego della CDT evolution permette oggi di ridurre sensibilmente la sensazione di fastidio legata alla somministrazione della CO2 in sede sottocutanea. In ogni caso, se il paziente avvertisse dolore durante il trattamento, dovrà comunicarlo al medico che provvederà a modificare i parametri della somministrazione per renderla il più confortevole possibile.

biorivitalizzazione-studio-medico-quasso

Biorivitalizzazione

In cosa consiste la biostimolazione profonda

La biorivitalizzazione viene effettuata con microiniezioni di sostanze in grado di rivitalizzare la pelle, di migliorarne la tonicità e l’idratazione profonda. Il risultato: un viso più disteso e più giovane.

Si tratta di una metodica di trattamento della cute del volto, del dorso delle mani e del decolté in grado di donare un immediato sostegno dermico e un’idratazione profonda che permangono a lungo nel tempo. Il trattamento inoltre rassoda, tonifica e restituisce all’epidermide un aspetto fresco, luminoso e sano: è il trattamento ideale per preparare la pelle al sole, ma anche per reidratare la pelle dopo l’estate.

Meccanismo di azione

La Bio-stimolazione è una delle nuove tendenze emergenti della Medicina Estetica, quale alternativa e complemento della chirurgia. Serve a recuperare e a mantenere la giovinezza della pelle attraverso la ricostruzione e la riorganizzazione della sua struttura. Il processo fisiologico di invecchiamento cutaneo è legato alla progressiva diminuzione di attività a livello del derma dei fibroblasti (cellule deputate alla produzione di collagene e di acido ialuronico che sono i costituenti elementari ed essenziali della matrice extracellulare; collagene e acido ialuronico richiamando l’acqua determinano il livello di turgore, di compattezza ed elasticità dei tessuti cutanei).

In questo tipo di trattamento vengono utilizzate molecole di acido ialuronico bio-interattive, identiche cioè a quelle già presenti nei tessuti. L’acido ialuronico gioca un ruolo importante nell’idratazione cutanea, donando alla pelle elasticità e tono. Esso costituisce la materia fondamentale in cui sono immerse le fibre di collagene e l’elastina. Una volta infiltrato a livello dermico, consente di ricreare un ambiente fisiologico ideale per stimolare la funzionalità cellulare,
prevenendo l’invecchiamento dei tessuti.

Modalità di trattamento

Il trattamento non richiede alcun tipo di anestesia ed è poco invasivo, ma deve essere sempre eseguito da un medico esperto che garantirà, con la sua professionalità, la qualità e la sicurezza della terapia.

Il trattamento non presenta alcun tipo di tossicità, infatti la CO2, l’anidride carbonica, è normalmente prodotta durante la respirazione e viene utilizzata negli interventi chirurgici eseguiti in laparoscopia.

Utilizzando apparecchiature certificate non esiste alcun rischio di embolia, infatti, anche se, accidentalmente, si iniettasse la CO2 direttamente in un vaso sanguigno: l’anidride carbonica sarebbe infatti eliminata a livello polmonare senza alcun rischio per il paziente.

L’impiego della CDT evolution permette oggi di ridurre sensibilmente la sensazione di fastidio legata alla somministrazione della CO2 in sede sottocutanea. In ogni caso, se il paziente avvertisse dolore durante il trattamento, dovrà comunicarlo al medico che provvederà a modificare i parametri della somministrazione per renderla il più confortevole possibile.